Tutto nasce dalla voglia di novità

Claudio Capitelli è sempre stato un appassionato di cibo e di impresa, nasce in una famiglia numerosa che, già nel periodo tra le due guerre, gestisce una importante attività di commercio alimentare. Negli anni ’60 apre i primi supermercati della provincia di Piacenza e nel 1976 realizza le sue aspirazioni fondando, a Borgonovo Val Tidone, il Prosciuttificio Capitelli.

Angelo Capitelli

“C’è un episodio che mi racconta sempre mio padre, Aveva messo a stagionare centinaia di salami su stecche di legno in uno stanzone dove giravo spesso con il triciclo. Hanno incominciato a trovare qualche salame rosicchiato sul culetto e fu subito guerra ai topi, fino a quando una vecchia zia, seguendomi per i magazzini, mi colse a rosicchiare i culetti dei salami e fuggire via.”  – Angelo Capitelli

E’ il 1992 quando Angelo Capitelli, figlio di Claudio, termina gli studi universitari ed entra in produzione, ponendosi subito un obbiettivo importante, quello di dare all’azienda un proprio contributo originale, pur rispettandone la tradizione.

“Raramente il prosciutto cotto fa parlare di sé, a meno che si riescano a recuperare le tradizioni ed i metodi del passato.”  – Dennis Piva

Il prosciutto cotto San Giovanni entra nella categoria IN PUNTA DI COLTELLO, considerata la più esclusiva della guida SALUMI D’ITALIA 2019 de l’Espresso, l’unico cotto a ottenere il massimo riconoscimento 5 SPILLI. Si può dire Miglior Cotto d’ Italia?

Dennis Piva

“Angelo, il tuo prosciutto è buono! Ma non come quelli di una volta … Vedi quella foto? I prosciutti cotti, una volta li facevano così!” 

-Signor Attilio San Giovanni- Titolare della Bottega San Giovanni di Corso Vercelli (MI)

Fu uno dei più famosi salumieri della Milano degli anni ’80 a provocare l’orgoglio di Angelo, che da quel momento iniziò un percorso di ricerca e sperimentazione. Contattò i vecchi produttori di salumi, arrivò fino a Modena dove riuscii a rintracciare un vecchio artigiano del posto che ancora si ricordava del metodo di lavorazione antico.

Nel 1994 Angelo Capitelli ha reinventato il prosciutto cotto, battezzandolo San Giovanni, in onore del vecchio maestro.

Se assaggi non dimentichi

Crediamo nel prodotto e nell’emozione che riesce a trasmettere al consumatore, proprio per questo vogliamo essere al fianco del nostro cliente, mettendo a disposizione figure aziendali qualificate in grado di offrire al contempo, programmi di formazione al personale e di degustazione presso il punto vendita. Disponibilità per stage formativi anche presso la nostra azienda.